Dieta mediterranea equilibrata con Mistofrigo.it – sale

Dieta mediterranea equilibrata con Mistofrigo.it – saleSale? No grazie! Ecco la risposta che preferisco dare quando sono a tavola. Prima di tutto perché credo che tutti gli ingredienti abbiano un loro naturale sapore ed è un piacere scoprirlo, e poi perché so che “poco sale” fa bene alla salute. L’eccessivo consumo di sodio è una delle principali cause della pressione alta, che aumenta il rischio di soffrire di malattie cardio e cerebrovascolari.

Il sale è già aggiunto in molte preparazioni, anche tradizionali, che per la loro stessa lavorazione ne richiedono l’uso: è il caso, ad esempio, del formaggio, dei salumi ed anche del pane comune. In queste preparazioni serve sia per conservare che per insaporire.

All’inizio del 2013 l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha pubblicato le nuove linee guida sul consumo di sodio: il comune sale da cucina è, appunto, una fonte di sodio perché dal punto di vista chimico è cloruro di sodio.

In base alle nuove indicazioni un adulto dovrebbe usare ogni giorno al massimo 2 g di sodio, che in termini più semplici significa “massimo 1 cucchiaino di sale fino da cucina”, ossia 5 g. 

Letta così questa informazione a me non ha suscitato alcuna preoccupazione: “1 cucchiaino di sale è tantissimo” ho pensato. Poi, però, leggendo qua e là ho anche trovato che un italiano “mangia” in media circa 10-15 g di sale al giorno: 3 volte di più a quanto raccomandato dall’OMS. 

Con il solo condimento davvero non è possibile, e quindi è ovvio che conta, e pesa anche di più, tutto il “sale nascosto” in quel che compriamo di pronto: basta una pizza margherita per “mangiare già” 2 g di sodio! 

Alcune scelte al supermercato aiutano a ridurre la quantità di sale sulla tavola: leggendo qua e là ho scoperto che scegliendo i legumi freschi o secchi, al posto di quelli in scatola, posso risparmiare più di mezzo grammo di sodio.

L’American Heart Association si è occupata di elencare gli alimenti “più salati”: pane, affettati, salumi o insaccati, pizza, pollo arrosto, zuppe pronte e panini farciti occupano i primi posti 🙁

Il sale in tutto quel che si “cucina in casa” può essere facilmente sostituito dalle spezie e dalle erbe aromatiche: salare sempre meno ha un effetto positivo sulla salute e anche sul piacere di mangiare, e di “sentire i veri gusti”.  Io ho iniziato a ridurne l’uso nelle insalate fresche e anche evitando di salare l’acqua per cuocere la pasta. 

A proposito di acqua, una domanda su quel che bevo me la sono fatta: serve acquistare acque minerali “povere sodio”? La risposta me l’ha data l’Istituto Superiore di Sanità:

“nelle acque minerali la quantità di sodio è inferiore a 0,05 g per litro, per arrivare al limite massimo di 2 g al giorno dovrei bere 40 litri di acqua.”

 

 

Leggi tutto… »

Mistofrigo.it è l`unico che di ogni ricetta ti mostra anche il menu completo. Clicca qui e scegli una ricetta

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*