Dieta mediterranea equilibrata con Mistofrigo.it – zucchero

Zucchero e dolciLo zucchero, e forse anche i carboidrati in generale non se la stanno passando bene in questo periodo: sono sempre “sotto inchiesta”. Ci sono anche alcune diete che ne sconsigliano proprio l’impiego.

Secondo me, anche nel caso dello zucchero, vale la “regola della consapevolezza” di quel che si mangia.

Secondo le indicazioni più recenti dell’Organizzazione Mondiale di Sanità una quantità pari a 25 g di zucchero è il massimo che potremmo assumere durante la giornata. In termini più semplici si tratta di poco più di un cucchiaio. Questa quantità può sembrare quasi eccessiva, eppure quando mi sono messa a fare due conti ho scoperto “l’amara verità 😉

Un cucchiaino di zucchero pesa 5 g, e visto che molto probabilmente si bevono 2 caffè al giorno zuccherati la quantità assunta in tutta naturalezza raggiunge già 10 g; un comune yogurt alla frutta, inoltre, contiene mediamente 10 g di zucchero  😯 

 

A conti fatti con uno yogurt e due caffè si assumono già 20 g di zucchero. Considerato che sicuramente in una giornata si mangia almeno un biscotto, un cornetto, o un cucchiaino di confettura è evidente che il limite di 25 g viene presto raggiunto!

In tutto ciò poi non ho considerato i succhi di frutta, o le bevande gassate e zuccherate che non sono affatto di raro consumo nella quotidianità di molti di noi!

Tra tutti questi numeri è evidente che per conservare il benessere e il piacere di mangiare o bere qualcosa di dolce è necessario affrontare il tema zucchero con una certa consapevolezza. Un po’ di “dolce” alla mattina è desiderabile e consigliabile: al risveglio abbiamo in circolo il cortisolo un ormone che contrasta l’azione dell’insulina e induce un aumento della glicemia trasformando le proteine in glucosio. Per questo motivo non si dovrebbe saltare la prima colazione, prolungare il digiuno favorisce l’aumento del cortisolo. Alti livelli di questo ormone favoriti anche dallo stress indotto dal digiuno prolungato inducono tra l’altro la ritenzione idrica e l’accumulo del grasso. 

Detto ciò è essenziale non eccedere con lo zucchero semplice, sia quello tipicamente aggiunto alle bevande calde che quello presente in torte, croissant e biscotti. I dati della Società Italiana di Medicina Generale mostrano che gli italiani in media assumono 40 g di zucchero al giorno: il 50% di questa quantità con i dolci, il 25% con caffè e te, e il restante 25% con succhi e drink. Questi ultimi sono tra i primi alimenti che si potrebbero eliminare, o perlomeno facilmente limitare 😉

Tutte queste indicazioni sono senz’altro utili, tuttavia è sempre più comprensibile qualche nota pratica

  • preferire lo yogurt naturale non dolcificato
  • ridurre il consumo di succhi e bevande dolci gassate o meno
  • mangiare una porzione di dolce solo a colazione
  • limitare al minimo la quantità di zucchero aggiunta a te e caffè.

È necessario prestare anche attenzione allo zucchero “nascosto” in alimenti “non dolci”:

  • 1 cucchiaio di ketchup contiene circa 4 g di zuccheri
  • 1 lattina di una bevanda gassata contiene in media 40 g, circa 10 cucchiaini di zucchero

Leggi tutto… »

Mistofrigo.it è l`unico che di ogni ricetta ti mostra anche il menu completo. Clicca qui e scegli una ricetta

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*