Mela renetta: proprietà, benefici e ricetta

Mela renetta: proprietà, benefici e ricettaLa mela renetta è una delle varietà di questo frutto che preferisco: mi piace per la polpa carnosa, il sapore aromatico e per l’abbondanza di polifenoli antiossidanti che apporta. Considerata la mia attenzione per il gusto e la salute la mela è una perfetta sintesi dei miei interessi in cucina.

In più è ottima sia per essere mangiata fresca, che per essere cotta e servita anche come dessert: i polifenoli resistono alla cottura 😉

Sarà pure banale scrivere di mele e riferire al noto detto popolare “una mela al giorno…” eppure nel caso di questa varietà è davvero difficile astenersi dal farlo: la mela renetta ha almeno 3 proprietà benefiche per la nostra salute.

  1. La renetta è, rispetto alle altre varietà, la più ricca in polifenoli: circa 212 mg ogni porzione da 100 g.
    Il dato è ancora più interessante se confrontato con quello della mela che arriva in seconda posizione: la Stark Delicious ne contiene solamenta 131 mg.

    Sono ormai piuttosto numerose le ricerche scientifiche che dimostrano che una dieta sana ed equilibrata ricca anche in polifenoli ha un effetto protettivo: riduce il rischio di soffrire di malattie cardiovascolari e anche di ammalarsi di tumore.
    Secondo i dati delle ricerche scientifiche, pubblicate su diverse riviste come il British Journal of NutritionNutrition, una dieta che includa 5 porzioni al giorno di verdura e frutta, caffè, tè, poca cioccolata e olio extravergine di oliva assicura un apporto di polifenoli compreso tra 500-1500 mg/die. Un apporto quotidiano superiore a 650 mg è quanto serve per assicurarsi l’effetto protettivo, come risultato in uno studio condotto in Toscana dai ricercatori dell’Università di Barcellona.
    Ma non è tutto qui: lo scorso anno su Nature un gruppo di ricercatori italiani dell’Istituto di scienze dell’alimentazione del Consiglio nazionale delle ricerche ha pubblicato lo studio in cui ha identificato come i polifenoli delle mele ostacolino la crescita delle cellule del tumore al colon retto.

  2. Le mele renette sono anche ricche di fibre alimentari: una mela apporta circa il 24% del fabbisogno quotidiano di questo nutriente. Tra tutte la pectina, una fibra idrosolubile, favorisce il benessere dell’intestino e riduce i livelli di colesterolo nel sangue.

  3. Ultimi ma non certo per importanza arrivano i sali minerali e le vitamine: nella mela abbondano la B1, la B3, la B3, la A e la C e potassio, calcio e fosforo.

    La mela renetta è ottima anche in cucina, soprattutto se “rovesciata in sfoglia” da Cristian Bertol che in occasione del Vinitaly in the City ha informato il goloso frutto Melinda.
    La mela è diventata un dessert goloso e profumato facile da realizzare. Come tutti i dessert dovrebbe, almeno dal punto di vista nutrizionale, sostituire qualche cosa nel pasto. Una buona soluzione è scegliere la mezza porzione per il primo è il secondo è un ricco contorno di verdura fresca di stagione condita con aceto balsamico e un trito di erbe aromatiche o spezie 😉 

 

Leggi tutto… »

Mistofrigo.it è l`unico che di ogni ricetta ti mostra anche il menu completo. Clicca qui e scegli una ricetta

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*