Le patate alla piastra: ricetta, benefici e abbinamenti

Le patate alla piastra: ricetta, benefici e abbinamentiLe patate alla piastra sono una ricetta semplice da realizzare, gustosa e adatta ad essere servita tutto l’anno. La migliore realizzazione è, almeno secondo me, con le patate novelle: le dimensioni “monoporzione” di queste patate le rende perfette ad essere servite in una occasione informale in cui ognuno le può “pescare” con uno stecco.

Le patate sono un ingrediente “affascinate” ubiquitarie nelle cucine di tutta Europa e preparate in un grande varietà di modi: fritte, al vapore, al forno, pasticciate come contorno o in forma di gnocchi semplici o ripieni come primo piatto. Tutte queste opportunità dipendono da una delle più interessanti caratteristiche delle patate: combinano le caratteristiche nutrizionali degli alimenti a base di amido e dei vegetali.

Le patate sono prima di tutto una fonte di carboidrati, che rappresentano il 17% del peso. Si tratta per la maggior parte di amido: un carboidrato complesso costituito da due molecole, amilosio e amilopectina. L’abbondanza di quest’ultima assicura una buona digeribilità. L’amido rappresenta la principale fonte di energia delle patate, le proteine sono presenti in quantità limitata, solo il 3% del peso e i grassi si possono considerare trascurabili.

Le patate preparate e servite con questa ricetta conservano anche una buona concentrazione di micronutrienti.

Le patate alla piastra sono un’ottima fonte di fibra alimentare, circa il 2% del peso e di micronutrienti come i vitamine del gruppo B e acido folico, vitamina C, e sali minerali come potassio, rame, ferro, e magnesio.  In questa ricetta non ci sono passaggi che potrebbero far disperdere sali minerali e vitamine: solo la C, che è tra le più sensibili al calore, subisce una drastica riduzione.

Per queste patate alla piastra: doppia cottura! Prima al vapore e poi un veloce passaggio sulla piastra calda, quel tanto che serve per ottenere una golosa crosticina che è un piacere per gli occhi e per il palato.

La piastra che ho scelto io è quella di HAPPY, il BBQ a pellet che mi hanno regalato. Lo racconto con piacere: veloce, economico, facile da pulire e utile in terrazzo o in giardino. Sempre pronto 😉
Trovo che rispetto al classico barbecue consenta un buon controllo della cottura facilitando così l’ottenimento di ricette saporite ma sane.
La cottura alla piastra deve essere eseguita e seguita con attenzione non solo quando si tratta di carne. Le note e pericolose ammine eterocicliche si formano per le modifiche di fenilalanina e creatina, due amminoacidi costituenti delle proteine, a causa del calore della cottura. Anche se in minime quantità, rispetto a quelle contenute nella carne e in altri alimenti di origine animale, anche le patate contengono fenilalanina! Perciò via libera alla crosticina, senza bruciare! Questa considerazione vale anche per la prevenzione della formazione dell’acrilamide. Le precauzioni devono essere senz’altro prese e la cottura condotta con attenzione tuttavia va anche considerato che l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS ha affermato che “l’acrilamide appartiene al gruppo di molecole non ha una soglia di identificabile, in concentrazioni molto basse presentano un rischio molto basso, ma comunque mai uguale a zero”.

Happy rende facile seguire e controllare la cottura e questo è un beneficio sia per il gusto che per la salute!

Tanta attenzione deve essere riservata anche agli abbinamenti: un contorno di patate è anche una fonte di carboidrati, il rischio è che tra primo e contorno si assuma un eccesso di questo macronutrienti, in contrasto con il modello della dieta mediterranea. La questione è presto risolta scegliendo il menu giusto per assicurarsi un pasto completo e gustoso senza eccessi né rinunce 😉

 

Leggi tutto… »

Abbina questa Ricetta in un Menu Completo. Clicca qui!

mistofrigo

Mangia Sano con Gusto secondo la Dieta Mediterranea,
abbina la ricetta Patate alla piastra così:

Fai un pasto con 94.62g di carboidrati, 29.56g di proteine e 24.98g di grassi (721.54 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 96.47g di carboidrati, 30.45g di proteine e 25.29g di grassi (735.29 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 95.00g di carboidrati, 25.00g di proteine e 27.00g di grassi (723.00 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 97.80g di carboidrati, 30.00g di proteine e 25.90g di grassi (744.30 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 95.30g di carboidrati, 29.40g di proteine e 26.10g di grassi (733.70 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 94.00g di carboidrati, 24.00g di proteine e 27.00g di grassi (715.00 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 95.30g di carboidrati, 30.40g di proteine e 27.10g di grassi (746.70 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 101.70g di carboidrati, 30.60g di proteine e 28.10g di grassi (782.10 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 93.70g di carboidrati, 25.00g di proteine e 26.90g di grassi (716.90 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 92.70g di carboidrati, 26.00g di proteine e 26.10g di grassi (709.70 kCal) se aggiungi:

Patate alla piastra

  • Tempo di Preparazione:
  • Tempo di Cottura:
  • Tempo Totale:
  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: easy
  • Tipo: contorno

Come Fare:

Lava e sbuccia le patate novelle quindi raccoglile nel cestello per la cottura al vapore.
  • Cuoci per 15 minuti circa quindi raccogli le patate in una ciotola e fai raffreddare per 10 minuti.
  • Nel frattempo, scalda la piastra.
  • Condisci le patate con l’olio extravergine di oliva, quindi cuoci sulla piastra calda fino ad ottenere una omogenea crosticina dorata.
  • Servi calde.

Ingredienti:

  • 400 g di patate novelle
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva Mamma Regina
  • mix di erbe aromatiche tritate
Pubblicato il da

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*