Ciceri e tria affumicati: ricetta e menu abbinati

Ciceri e tria: ricetta e abbinamentiCiceri e tria è una ricetta tipica del Salento: l’ho assaggiata preparata secondo la versione originale ormai molti anni fa. Poi nel tempo ho adattato la ricetta di questa pasta con i ceci alla mia fantasia: penso sempre che cucinare sia anche un po’ sperimentare 😉

Questa volta ho preparato e servito questa ricetta in occasione della Giornata Nazionale dei Ciceri e Tria del Calendario del Cibo Italiano della Associazione Italiana Foodblogger – AIFB.

L’abbinamento ceci e pasta fresca lo trovo sempre interessante per il gusto e per le qualità nutrizionali: del resto la mia passione per la buona cucina va di pari passo con il mio interesse per la dieta mediterranea e i suoi vantaggi. A questo proposito: una porzione di ciceri e tria affumicati di vantaggi per la salute ne ha almeno 2 di davvero interessanti.

Le qualità nutrizionali di un piatto di ciceri e tria dipendono, come per tutte le ricette, anche dalla scelta degli ingredienti oltre che dal metodo di cottura: in questa ricetta ho cercato di unire questi due fattori per garantire gusto e benefici.

  • La pasta fresca fatta in casa con sola semola rimacinata di grano duro acqua è, oltre ad un momento di relax per chi ama cucinare, anche un’opportunità di fare una scelta in merito alla semola. La pasta non è tutta uguale: la tipologia di grano duro utilizzata è un elemento essenziale nella definizione del sapore e della qualità della pasta. Per realizzare la tria ho scelto la Semola di grano duro Senatore Cappelli Pugliese perché mi sembrava d’obbligo avvicinarmi a questo piatto anche con l’origine degli ingredienti e per l’ottimo contenuto di proteine, fibre, zinco e potassio.
  • I ceci sono tra i legumi più noti e utilizzati al mondo e a ragione: sono una buona fonte di vitamine del gruppo B (B1, B2, B3, B5, B6), di vitamina C ed E e di sali minerali, come calcio, ferro, magnesio e fosforo. I ceci, inoltre, sono ricchi di saponine: molecole complesse che formano composti insolubili con il colesterolo e altri lipidi, contribuendo così a diminuire i livelli di questi grassi nel sangue.
    I ceci, come la maggior parte dei legumi, sono ricchi di proteine: aggiunti nella quantità di 50 g per porzione di pasta rendono questa ricetta un piatto unico. In altre parole l’apporto di carboidrati, proteine e grassi è sufficiente per un pasto e l’unico piatto che si può abbinare è un contorno per arricchire il pasto soprattutto di fibra alimentare.

Perché affumicati?

Per favorire il mantenimento dei valori nutrizionali anche per i legumi, e nel caso della pasta ciceri e tria per i ceci, scelgo, se possibile, la cottura al vapore. I legumi non entrano in contatto con l’acqua di cottura e ciò assicura un miglior mantenimento delle qualità nutrizionali. Per questa ricetta ho aggiunto nell’acqua di cottura del vapore un mix di spezie aromatiche: paprika, coriandolo, pepe e erbette di Provenza che hanno dato un gradevole aroma affumicato ai ciceri. Questo accorgimento, inoltre, consente di evitare l’aggiunta di sale senza cedere sul sapore 😉

 

 

 

Leggi tutto… »

Abbina questa Ricetta in un Menu Completo. Clicca qui!

mistofrigo

Mangia Sano con Gusto secondo la Dieta Mediterranea,
abbina la ricetta Ciceri e tria affumicati così:

Fai un pasto con 99.70g di carboidrati, 22.40g di proteine e 25.00g di grassi (713.40 kCal) se aggiungi:
Contorno Pomodori al forno e carote: ricetta e abbinamentiPomodori al forno e carote: ricetta e abbinamenti

Fai un pasto con 97.40g di carboidrati, 26.80g di proteine e 24.30g di grassi (715.50 kCal) se aggiungi:
Contorno Porri al forno con crema di ricotta – abbina il menù su Mistofrigo.itporri-al-forno-ricotta-parmigiano e cosa abbinare per mangiare sano con un menu completo

Ciceri e tria affumicati

  • Tempo di Preparazione:
  • Tempo di Cottura:
  • Tempo Totale:
  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: easy
  • Tipo: piatto unico

Come Fare:

Versa su un piano da lavoro la farina e forma la classica fontana. Al centro aggiungi 50 ml di acqua quindi inizia ad impastare: regola la quantità dell’acqua aggiungendola poco per volta per lavorare l’impasto che dovrà risultare morbido, liscio ed elastico.
  • Stendi la pasta, a mano o con la classica macchinetta, e ricava delle strisce larghe mezzo centimetro e lunghe 10-15 cm.
  • Prepara un cestello per la cottura al vapore mettendo nell’acqua di base il mix di erbe aromatiche: cuoci i ceci per circa 20 minuti.
  • Raccogli i ceci cotti in un tegame antiaderente con l’olio extravergine di oliva e i datterini tagliati.
  • Cuoci la pasta in abbondante acqua bollente, scola e versa nel tegame con il condimento.
  • Spadella la pasta, a piacere aggiungi un po’ di curry per dare colore ed esaltare i sapori.
  • Servi caldo.

Ingredienti:

  • 350 g di Semola di grano duro Senatore Cappelli
  • 200 g di ceci già ammollati
  • 200 g di pomodori datterini misti gialli e rossi
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 cucchiai di mix aromatico: paprika, coriandolo, pepe e erbette di Provenza
  • curry a piacere
Pubblicato il da

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*