Pollo in padella al radicchio e chips di polenta: benefici e menu

Pollo in padella al radicchio e chips di polenta: benefici e menuIl pollo in padella con radicchio e chips di polenta è la mia prima proposta per un appassionante contest tutto padovano: il Talent For Food promosso dalle aziende della sezione alimentari di Confindustria Padova e da AIFB.

Ho apprezzato l’iniziativa per l’opportunità di conoscere meglio le aziende “mie vicine di casa” che hanno fatto innovazione a partire dalla  tradizione gastronomica italiana e regionale.

Il contest l’ho affrontano a modo mio: ho condito il gusto con il benessere per mangiare bene e sano secondo il modello della dieta mediterranea.

  • Il pollo è l’ingrediente della “corte veneta” che ho voluto come base di questo piatto unico.

    Ogni volta che nel piatto metto la carne so di scegliere un alimento discusso e controverso. Dal punto di vista strettamente nutrizionale tutta la carne è una fonte di proteine ricche degli amminoacidi essenziali che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare. Inoltre, come gli altri alimenti di origine animale, è una fonte di vitamina B12 essenziale per la formazione dei globuli rossi, per la sintesi della guaina mielinica che riveste i nervi e per il metabolismo dell’omocisteina molecola coinvolta nell’equilibrio della concentrazione di colesterolo nel sangue.
    Interessante vero che proprio un ingrediente di origine animale sia in qualche modo coinvolto nell’equilibrio del colesterolo? Tanto dovrebbe bastare a far concludere che moderazione e consapevolezza sono la base della buona alimentazione!
    Un modesto consumo di carne è parte della nostra storia: lo stesso che Ancel Keys il padre della dieta mediterranea aveva rilevato questa abitudine come parte integrante dello stile alimentare sano proprio dei territori che si affacciano sul Mar Mediterraneo.
    Alla luce di tutto questo il mio pollo è stato arricchito con qualche dadino di prosciutto cotto, un’altra interessante fonte di proteine. A ben guardare l’accorgimento regala un interessante vantaggio al piatto: la sua naturale sapidità concede l’opportunità di evitare l’aggiunta di sale e godere appieno del sapore degli ingredienti di buona qualità.

  • Il radicchio rosso grigliato aggiunge un piacevole tocco amarognoloe non poteva mancare nella ricetta di una veneta DOC. Siamo nella regione per eccellenza del radicchio: nostri sono il tardivo ed il precoce di Treviso, il variegato di Castelfranco, i croccanti IGP di Verona e Chioggia.
    Conservato è una novità, e l’opportunità di portarlo in tavola anche oltre la sua stagione!
  • A fare di questi ingredienti un piatto unico ci pensano le chips di polenta. Quest’ultima a ragione può essere considerata la fonte di carboidrati più democratica della nostra tradizione.
    Il mais arrivato in Europa dall’America alla fine del 500 divenne in breve una delle colture di sostentamento della popolazione contadina. In tempi lontani si attribuì alla polenta la causa del diffondersi della pellagra, oggi invece si sa invece che la malattia era una conseguenza della povertà dietetica complessiva.
    La polenta è, invece, l’opportunità di assumere carboidrati complessi, e sali minerali soprattutto magnesio e manganese ma anche fosforo, calcio, potassio. Come dicevo tutti questi vantaggi sono “democratici”: la polenta è adatta a tutti, grandi, bambini e anche a chi soffre di celiachia. Attenzione però anche agli altri ingredienti: il “senza glutine” deve essere indicato affinché il paziente celiaco possa consumare il piatto in sicurezza.

Tutte queste interessanti caratteristiche del pollo in padella con radicchio e chips di polenta devono essere esaltate dal giusto contorno, che ha il compito di arricchire il pasto di fibre alimentare, nutriente che non ci dobbiamo far mancare nel piacere di un pasto soddisfacente e per il benessere del nostro intestino 😉

 

 

Leggi tutto… »

Abbina questa Ricetta in un Menu Completo. Clicca qui!

mistofrigo

Mangia Sano con Gusto secondo la Dieta Mediterranea,
abbina la ricetta Pollo in padella al radicchio e chips di polenta così:

Mi spiace ma non ci sono ancora ricette che si combinano con quella scelta per un menu equilibrato. Prova tra qualche giorno o scrivimi se il problema persiste!

Pollo in padella al radicchio e chips di polenta

  • Tempo di Preparazione:
  • Tempo di Cottura:
  • Tempo Totale:
  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: medium
  • Tipo: piatto unico

Come Fare:

Raccogli in una padella antiaderente l’olio extravergine di oliva, lo scalogno sminuzzato e lo spicchio di aglio. Fai appassire a fuoco moderato, senza friggere quindi unisci la carne e sigillala su entrambi i lati.
  • Aggiungi il prosciutto cotto tagliato a dadini quindi copri con il coperchio e fai cuocere per 30 minuti circa mescolando di tanto in tanto. A fine cottura aggiungi il radicchio grigliato e fai cuocere per altri 10 minuti senza coperchio.
  • Nel frattempo prepara la polenta e versala in un’ampia teglia antiaderente rettangolare: dovrai ottenere uno strato di polenta di circa 1 cm. Lascia raffreddare, quindi ricava dei bastoncini e disponili sulla lastra del fondo coperta con carta oleata. Condici con il mix di pepe macinato fresco quindi cuoci in forno caldo a 180°C vicino al grill per 10 minuti circa. Gira le chips di polenta a metà cottura.
  • Servi il pollo in padella con le chips di polenta calde.

Ingredienti:

  • 320 g di cosce disossate e senza pelle di pollo
  • 60 g di prosciutto cotto (Buongustaio Martelli al Talent For Food)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 130 g di radicchio rosso grigliato (Radicchio Rosso Valbona al Talent For Food)
  • 360 g di farina di mais per polenta (Farina Fioretto al Talent For Food)
  • 20 g di scalogno sminuzzato
  • 1 spicchio di aglio intero
  • mix di pepe rosa, verde e rosso macinato fresco
Pubblicato il da

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*