Polpette di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP e abbinamenti

Polpette di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP e abbinamentiLe polpette di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP e crostini di pane raffermo alle erbette selvatiche è la ricetta che l’Osteria Arcadia di Santa Giulia di Porto Tolle ha presentato al giuria del Premio Vergani Ballotta 2016. Io ho potuto partecipare alla “sfida tra i cuochi” grazie all’iniziativa dell’Associazione Italiana Food Blogger

Il tema proposto per il Trofeo dalla Delegazione Eugania Basso Padovano dell’Accademia della Cucina erano le ricette del riutilizzo. L’argomento è stato affrontato da Arcadia e Pamela, le titolari dell’Osteria di Porto Tolle, pensando alla cucina semplice, quella di tutti i giorni nelle famiglie ai tempi delle nostre nonne. Per molti aspetti è quello che fanno ogni giorno per i loro ospiti: traggono tutto il meglio dalla genuinità degli ingredienti del loro territorio 😉

Con questa ricetta per le polpette di pesce su crema di insalata di Lusia IGP sono assicurati gusto, profumo, non spreco e almeno 2 vantaggi per la salute.

1. La rungaia è, in dialetto veneto, il pesce poco pregiato che i pescatori si trovano nelle reti e che è poco apprezzato dal mercato. Si tratta comunque di ottimo pesce fresco che è adatto ad essere utilizzato per preparare delle gustose polpette da friggere. 

Il pesce, talvolta anche fritto, è uno degli alimenti secondo il modello della dieta mediterranea andrebbe messo in tavola almeno 3 volte alla settimana. Le proteine di questo alimento hanno un elevato valore biologico, ossia sono ricche di amminoacidi essenziali, i grassi sono per la maggior parte polinsaturi ed inoltre è un’ottima fonte di omega 3, grassi essenziali per il mantenimento di uno buono stato di salute.

La rungaia in pratica è un concentrato di virtù, una porzione di fritto, nell’ambito di una dieta equilibrata non nuoce alla salute soprattutto se: si frigge con un olio che abbia un elevato punto di fumo e si mantiene la temperatura in cottura al di sopra dei 180°C. 

2. Di gusto e di benefici ne ha anche l’altro ingrediente di questa ricetta: l’insalata IGP di Lusia che non a caso è l’unica insalata IGP d’Europa. A dare a questa lattuga le sue straordinarie qualità è la particolare struttura del terreno che assicura ottime caratteristiche organolettiche e un ricco contenuto di sali minerali e vitamine.

Tutto il buono è presente anche nelle foglie esterne che sono perfette per farne una crema per servire le polpette di pesce.

La freschezza e la naturalezza del gusto della crema di insalata bilancia bene quello delle polpette di rungaia: due gusti semplici che si completano a vicenda.

Leggi tutto… »

Abbina questa Ricetta in un Menu Completo. Clicca qui!

mistofrigo

Mangia Sano con Gusto secondo la Dieta Mediterranea,
abbina la ricetta Polpette fritte di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP così:

Fai un pasto con 101.90g di carboidrati, 30.80g di proteine e 24.90g di grassi (754.90 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 103.90g di carboidrati, 30.70g di proteine e 25.40g di grassi (767.00 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 104.90g di carboidrati, 30.30g di proteine e 28.40g di grassi (796.40 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 99.90g di carboidrati, 29.70g di proteine e 24.40g di grassi (738.00 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 99.60g di carboidrati, 29.40g di proteine e 28.40g di grassi (771.60 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 97.50g di carboidrati, 30.60g di proteine e 28.80g di grassi (771.60 kCal) se aggiungi:

Fai un pasto con 100.42g di carboidrati, 30.76g di proteine e 24.22g di grassi (742.70 kCal) se aggiungi:

Polpette fritte di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP

  • Tempo di Preparazione:
  • Tempo di Cottura:
  • Tempo Totale:
  • Porzioni: 4
  • Difficoltà: medium
  • Tipo: secondo

Come Fare:

Cuoci il pesce e puliscilo bene, quindi raccogli tutta la polpa in una ciotola.
  • Unisci il pane grattugiato, il pane raffermo ammollato, il formaggio ed il trito di aglio e prezzemolo.
  • Insaporisci l’impasto con il pepe, la noce moscata e la scorza grattugiata del limone.
  • Mescola bene quindi unisci le uova.
  • Lavora il composto ottenuto con le mani. La consistenza deve essere morbida ma non troppo
  • appiccicosa, in questo caso aggiungi ancora un po’ di pane grattugiato.
  • Prepara la crema di insalata cucinando le foglie di insalata ben lavate con la patata, il porro a pezzettini, un pizzico di sale ed un po’ di pepe.
  • Frulla tutto fino ad ottenere una crema.
  • Forma delle paline con l’impasto di pesce, passale nella farina e friggi in olio di arachidi a 180 °C (friggi poche polpette alla volta per non abbassare la temperatura dell’olio)
  • Raccogli le polpette cotte su un foglio di carta assorbente.
  • Servi le polpette di rungaia su una base di crema di Insalata di Lusia IGP e decora il piatto con qualche crostino di pane raffermo insaporito con erbette selvatiche.

Ingredienti:

  • Per le polpette di pesce
  • 400 g di pesce misto a polpa bianca
  • 30 g di pecorino del Delta del Po e Grana Padano grattugiati
  • 100 g di pane grattugiato
  • 50 g di pane raffermo ammollato nel latte e strizzato
  • 20 g di trito misto di aglio e prezzemolo tritato
  • 2 uova
  • scorza di limone grattugiata
  • noce moscata
  • Per la crema di insalata
  • 300 g di insalata di Lusia IGP, le foglie esterne, quelle più brutte
  • 150 di patate
  • 150 g di porro
  • sale e pepe
Pubblicato il da

Post Author: Francesca Antonucci - Mistofra

Moglie, mamma e cuoca per passione...per regalarmi un'emozione. Da sempre mi occupo di benessere...farmacista, agente di commercio e con la testa sempre in movimento...leggo, scrivo, approfondico per imparare, per crescere. Puoi contattarmi scrivendo a mistofra@mistofrigo.it, mistofra@gmail.com, commentando i post o seguendo la pagina facebook http://www.facebook.com/Mistofrigo.

Un commento su “Polpette di rungaia su crema di insalata di Lusia IGP e abbinamenti

  • Enrica

    (14 giugno 2016 - 08:21)

    Spiegazione molto dettagliata e quasi quasi provo anche a io queste polpettone molto invitanti! Grazie per aver fatto rivivere alcuni di quei deliziosi profumi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*